Newsletter :

Newsletter in lingua italiana:

 

Se desideri ricevere la newsletter in francese, visita il sito in lingua francese.

 

Inviare a un amico

Scrivi parecchi indirizzi su linee diverse o separati da virgole.
Michel Pastoureau
(Il tuo nome) ti ha inviato una pagina del sito Institut français - Centre Saint-Louis
(Il tuo nome) vorrebbe condividere questa pagina con te:
 

da lunedì 3 luglio a venerdì 1° settembre, l'Institut français-centre Saint Louis passa agli orari estivi!

   

Incontro

Giovedì 7 Maggio - ore 19:00
 
Auditorium, largo Toniolo 22

in lingua francese con traduzione simultanea in /italiano

Michel Pastoureau

 

Directeur d’études à l’école pratique des Hautes études

CLASSIFICARE I COLORI : l’esempio dell’Occidente medioevo
Conferenza nell’ambito delle cinque giornate di studi eraldiche (Centres d’études supérieures de civilisation médiévale - école Française de Rome)

Per molto tempo gli storici non si sono interessati molto ai colori per diverse ragioni: la principale è senza dubbio l’impossibilità di proiettare nel passato le nostre conoscenze, classifiche e definizioni contemporanee. Ad esempio di ciò, si mostrerà in quale modo le società medievali pensano, classificano e percepiscono i colori diversamente da noi.

In parallelo si svolge la mostra Per grazia di Dio, presenze eraldiche francesi nella Roma del Rinascimento dall’8 maggio al 6 giugno nel Chiostro della chiesa San Luigi dei Francesi e le gallerie dell’Institut.

MICHEL PASTOUREAU è uno storico, antropologo e saggista francese.
Figlio dello scrittore francese Henri Pastoureau, dopo gli studi da archivista presso l’École nationale des chartes, dal 1972 al 1982 lavora al Cabinet des medailles della Bibliothèque nationale de France. Dirige l'École pratique des hautes études, presso cui è titolare dal 1983 della cattedra di Storia della simbologia medievale. È membro dell’Académie internationale d'héraldique e vice presidente della Sociéte française d’héraldique. Autore di numerosi saggi di araldica, numismatica, sigillografia, ha svolto estese ricerche su bestiari e simboli medievali ed è conosciuto soprattutto come storico del colore[1]. Nel 1996 ha ricevuto la laurea honoris causa presso l’Università di Losanna. Nel 2010 con il saggio I colori dei nostri ricordi, uscito in Francia con le Éditions du Seuil, ha vinto il Prix Médicis.

 

   
 
         
 

Block mini diaporama

 

Seguici su:

  Facebook Flickr Twitter Dailymotion RSS