Newsletter :

Newsletter in lingua italiana:

 

Se desideri ricevere la newsletter in francese, visita il sito in lingua francese.

 

Inviare a un amico

Scrivi parecchi indirizzi su linee diverse o separati da virgole.
La nostra storia
(Il tuo nome) ti ha inviato una pagina del sito Institut français - Centre Saint-Louis
(Il tuo nome) vorrebbe condividere questa pagina con te:
   

La nostra storia

 

Situato in una posizione ideale nel centro di Roma, tra piazza Navona e il Pantheon, l'Institut français - Centre Saint-Louis, il cui simbolo è la salamandra, mediante le sue molteplici proposte culturali offre una presentazione ricca ed attuale della cultura francese.

Fondato nel 1945, dal filosofo Jacques Maritain, il Centro culturale trae beneficio da una identità singolare ed unica nell’ambito della rete culturale francese, per la sua appartenenza all’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede e per il suo ruolo di rappresentante di una Francia repubblicana e laica. Attualmente, è l’unico istituto francese a Roma che mette a disposizione del pubblico una vasta scelta d’attività.

Attività pedagogiche

Vero e proprio istituto d’insegnamento propone, a chiunque desideri apprendere la lingua francese, una scelta di corsi competitivi, adatti a tutte le età e a tutti i livelli. Creato in origine per promuovere la conoscenza del francese presso le Pontificie Università, il servizio corsi richiama oggi un numero considerevole di studenti di tutte le nazionalità (2700 studenti, 4100 iscrizioni, anno 2007). La fusione con l’Alliance française nel 2005 nonché l’organizzazione dei corsi in azienda, presso la pubblica amministrazione e presso le università hanno contribuito a rafforzare l’azione pedagogica intrapresa. Sostenuto dal Ministero francese degli Affari Esteri, offriamo una preparazione approfondita che permette d'acquisire le competenze necessarie per conseguire gli esami DELF e DALF, di cui è il centro ufficiale.

Attività culturali

Il nostro ente diversifica la sua azione culturale attraverso l’offerta costante di manifestazioni. Proiezioni cinematografiche (4 volte a settimana), conferenze, dibattiti, letture, teatro, presentazioni d’autori… arricchiscono quasi quotidianamente il calendario culturale. Attento a richiamare un largo pubblico, proponiamo delle attività culturali in francese, in italiano e nella maggior parte dei casi in entrambe le lingue, grazie ad un servizio di traduzione.

Mediateca / centro d’informazione sulla Francia contemporanea

La trasformazione nel 2009 della biblioteca in mediateca/centro d’informazione sulla Francia contemporanea è parte integrante di questo dinamismo culturale. Luogo d’incontro, di scambio e di diffusione della cultura francofona, la mediateca mette a disposizione dei suoi utenti uno spazio multimediale totalmente dedicato alla conoscenza e alla diffusione dell’attualità francese in tempo reale. Il trasferimento del Centro di Risorse dell’Ambasciata di Francia in Italia contribuisce tanto alla modernizzazione della mediateca quanto all’arricchimento delle sue collezioni. Dotata di un fondo di 30000 opere, di 60 titoli di periodici, di numerosi CD e DVD disponibili al prestito, la mediateca continua costantemente ad alimentare i suoi fondi specializzati, filosofico e religioso, che la resero un polo d’eccellenza dandole fama e notorietà.

Dotato di uno statuto unico, l'istituto ha la missione di essere fedele alla propria specificità etica e teologica e allo stesso tempo di rappresentare in modo dinamico la cultura contemporanea francese. Specchio del mondo moderno, incoraggia la diffusione della cultura in tutta la sua diversità ed è testimone della presenza francese in seno alla città di Roma.


Per saperne di pù

Nel 1945, nel contesto del dopoguerra, il filosofo Jacques Maritain, all’epoca ambasciatore di Francia presso la Santa Sede, decide di fondare il Centro di Studi San Luigi di Francia alfine di dotare l’Ambasciata d’un centro e d’un servizio culturale francese in seno alla Roma ecclesiastica. Maritain ha un doppio obiettivo. Si tratta di:

(..) Rappresentare e diffondere il pensiero e la cultura cristiani d’origine francese presso tutte le persone d’ogni nazionalità residenti a Roma; ma anche far conoscere il pensiero e la cultura laica al clero ed ai religiosi d’ogni paese.

Il Centro viene allora ubicato presso un’ala del Palazzo di San Luigi, fondato su un terreno ceduto ai Francesi, come testimoniato nella bolla di Sisto IV, del 2 aprile 1478 e amministrato (ancora oggi), dai Pii Stabilimenti della Francia a Roma e a Loreto. Per realizzare gli obiettivi che gli sono stati attribuiti, il Centro studi si è trasformato poco a poco in Centro culturale grazie alla diversità delle sue attività pedagogiche ed intellettuali: corsi di lingua, scuola di teatro, esposizioni, proiezioni cinematografiche, conferenze, dibattiti, concerti… arrivando alla trasformazione nel 2008 della biblioteca in una vera mediateca/centro d’informazione sulla Francia contemporanea.

Il Centro culturale San Luigi di Francia si è ampliato grazie all’impulso dato dai suoi direttori:

  • il Padre Félix Darsy (1945-1967), domenicano, archeologo, rettore del Pontificio Istituto d’Archeologia Cristiana
  • il Padre Olivier de La Brosse (1967-1995), domenicano, autore di numerosi studi storici e teologici
  • Monsignor Jean-Michel Di Falco (1995-1997) oggi vescovo di Gap
  • Jean-Dominique Durand (1998-2002), Professore di Storia contemporanea
  • Vincent Aucante (2002-2006), Ingegnere e Professore di filosofia
  • Monsignor Patrick Valdrini (2006-2008), Rettore emerito dell’Institut Catholique de Paris, Presidente emerito della Fédération des Universités catholiques européennes
  • Jean-Luc Pouthier (2008-2010), giornalista e storico
  • Nicolas Bauquet (2010-2014), storico dell'Europa centrale ed orientale
  • Olivier Jacquot (2014-) attuale Consigliere culturale dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede

Progressivamente, l’azione culturale del Centro San Luigi di Francia si è diversificata, soprattutto dopo la chiusura del cosiddetto “Centro Campitelli”, Centro culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia, nel 1995. Da allora, il Centro San Luigi di Francia è divenuto il solo Centro culturale francese a Roma che organizza ogni anno manifestazioni culturali, oltre all’Accademia di Francia ed ai servizi culturali dell’Ambasciata di Francia in Italia con i quali, il Centro San Luigi, auspica una sempre maggiore collaborazione. A settembre del 2011, il Centro cambia denominazione e diventa Institut français - Centre Saint-Louis.

Dalla sua fondazione, il Centro culturale ha accolto, in occasione delle varie manifestazioni culturali, una grande parte dell’élite intellettuale francese. Ha avuto l’onore di ricevere le visite di alcuni Pontefici (Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo II), così come di uomini politici della statura del Generale De Gaulle. Le manifestazioni culturali richiamano anche un vasto pubblico romano composto da universitari, da giornalisti, da personalità politiche e più generalmente da tutte quelle persone che apprezzano la lingua e la cultura francese.

Nel 2005, in seguito alla fusione con l’Alliance française, l'Institut français - Centre Saint-Louis ha intensificato la sua offerta pedagogica. Gli insegnamenti proposti sono vari e i corsi si tengono durante tutto l’anno: corsi regolari suddivisi in sessioni annuali, corsi intensivi mensili, corsi specializzati, corsi in azienda… Gli insegnanti sono tutti madrelingua, diplomati e specializzati nell’insegnamento del francese come lingua straniera e nella preparazione agli esami DELF e DALF (diplomi ufficiali internazionali rilasciati dal Ministère de l’Education Nationale).

Salamandra

Piccolo animale anfibio dalla pelle nera maculata di giallo, la salamandra è un animale misterioso, capace secondo gli Antichi di vivere nel fuoco senza esserne consumata. Per di più, gli si attribuiva anche il potere di spegnerlo grazie alla sua eccezionale freddezza. Secondo gli antichi egizi, la salamandra era il geroglifico dell’uomo morto di freddo. Nell’iconografia medievale, rappresentava “il Giusto che, nelle tribolazioni e nei tormenti, non perde la pace dell’anima e la fiducia in Dio”. La salamandra fu resa celebre da Francesco I, che la scelse come animale emblematico e la pose al centro del suo stemma accompagnato dal motto Nutrisco et estinguo (“Mi nutro del buon fuoco, spengo il cattivo”), formula rappresentativa del fuoco che infiamma l’animale, dal quale però viene consumato.

Quest’animale magico, simbolo di rinascita, figura sulla facciata della chiesa di San Luigi dei Francesi. Anche l'Institut français - Centre Saint-Louis l’ha scelto come suo emblema benché nel corso degli anni quest’ultimo ha subito un’importante evoluzione grafica, passando da una rappresentazione realistica a quella attuale, più ludica e stilizzata.

   
     

All'istituto In prima pagina!

Martedì 17 Gennaio - ore + Martedì 31 Gennaio - ore

Cinema :

Cinéma Français Gennaio 2017

 
Lunedì 11 Gennaio - ore > Venerdì 30 Giugno - ore

Premio di Lubac :

Premio Henri de Lubac 2017-2018

 
Lunedì 26 Settembre - ore 18:30 > Mercoledì 15 Febbraio - ore 21:00

Teatro :

Théâtre Français à Rome

 
Lunedì 10 Ottobre - ore > Mercoledì 31 Maggio - ore

Incontro :

Leggende e passioni di Francia di ieri e di oggi

 
Giovedì 20 Ottobre - ore > Domenica 7 Maggio - ore

Borse :

Borse linguistiche 2017

 
Mercoledì 9 Novembre - ore 16:30 > Mercoledì 7 Giugno - ore 18:30

Giovane Pubblico :

Corso di teatro bambini ragazzi

 
Venerdì 13 Gennaio - ore > Lunedì 13 Febbraio - ore

Cinema :

My French Film Festival

 
Martedì 24 Gennaio - ore 18:30

Cinema :

Les ogres

 
Mercoledì 25 Gennaio - ore > Sabato 4 Febbraio - ore

Mostra :

Venise, côté lagune : couleurs de Burano

 
Mercoledì 25 Gennaio - ore > Martedì 23 Maggio - ore

Incontro :

Gli incontri della Storia

 
   
 

Block mini diaporama

 

Seguici su:

  Facebook Flickr Twitter Dailymotion RSS